lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeComunicati StampaTerrorismoIl ministro degli Esteri del maggiore violatore di diritti umani e padrino...

Il ministro degli Esteri del maggiore violatore di diritti umani e padrino del terrorismo (il regime iraniano) a Davos

• Più della metà delle esecuzioni registrate nel mondo nel 2021 sono avvenute in Iran
• Ricevendo Abdollah, si incoraggiano i mullah a intensificare la repressione in Iran e all’estero e ad accelerare il progetto di acquisizione di una bomba atomica
Amir Abdollahian, funzionario di Qassem Soleimani e attuale ministro degli Esteri del regime clericale, si è recato in Svizzera per partecipare alla Conferenza di Davos. La sua visita è contro gli interessi del popolo iraniano, contro la pace e la sicurezza nella regione e una chiara violazione dei principi democratici e dei diritti umani riconosciuti a livello internazionale. Incoraggerà inoltre il regime nelle sue brutali e sistematiche violazioni dei diritti umani, nell’escalation della guerra e del terrorismo nella regione e nel resto del mondo, e nella continuazione e accelerazione del suo progetto di acquisire la bomba atomica.
Il viaggio di Abdollahian si svolge negli stessi giorni in cui i poveri in diverse parti del Paese si sono ribellati contro le politiche criminali e di saccheggio dei mullah, attuando proteste contro l’aumento dei prezzi dei beni essenziali. Tuttavia, in risposta, le forze del regime repressivo hanno aperto il fuoco contro i manifestanti, uccidendone molti e ferendone e arrestandone centinaia.
Appena un giorno prima del viaggio di Abdollahian, Amnesty International ha annunciato: “Il rapporto di 66 pagine di Amnesty mostra che almeno 579 esecuzioni sono state eseguite in 18 Paesi l’anno scorso⁠, un aumento del 20% rispetto al totale registrato per il 2020⁠” (rapporto che non tiene conto delle esecuzioni in Cina, i cui dati non sono pubblici). Amnesty aggiunge: “L’Iran ha rappresentato la parte più grande dell’aumento del 2020-2021, giustiziando almeno 314 persone (rispetto alle 246 del 2020), il numero di esecuzioni più alto dal 2017”. Quindi più della metà delle esecuzioni totali registrate nel mondo (54%) sono state eseguite in Iran.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza dell’Iran (CNRI)
25 maggio 2022

Amir Abdollahian (Ebrahim Raisi’s current FM), kissing Qassem Soleimani’s forehead – June 13, 2013

Hossein Amir Abdollahian meeting Bashar al- Assad, Syria’s dictator in Damascus – August 2021

Amir Abdollahian meets Hassan Nasrallah, head of the terrorist Hezbollah- October 8, 2021

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow