domenica, Dicembre 4, 2022
HomeComunicati StampaDiritti UmaniIran: Il regime intensifica la repressione, nomina Pour-Mohammadi al capo del Consiglio...

Iran: Il regime intensifica la repressione, nomina Pour-Mohammadi al capo del Consiglio di sicurezza

ImageCNRI – Mahmoud Ahmadinejad, presidente del regime dei mullah, ha nominato il mullah Mostafa Pour-Mohammadi, ministro dell’interno ed una delle autorità principali coinvolte nel massacro di 30.000 prigionieri politici nel 1988, al capo del Consiglio di sicurezza dello Stato.

Questo consiglio coordina gli affari di sicurezza interna tra le forze di sicurezza, il corpo dei pasdaran(Guardiani della Rivoluzione) e le altre forze ed organi di sicurezza. La nomina di Pour-Mohammadi a questo posto fa seguito ad un’altro avvenuto il 2 gennaio con il quale Khameneï ha nominato Pour Mohammadi come vice comandante principale delle forze di sicurezza dello Stato (FSE). Lo scopo di queste nomine è di intensificare la repressione di fronte all’incremento senza precedenti di proteste sociali in questi ultimi mesi.

Pour-Mohammadi è stato vice-ministro delle informazioni fin dalla creazione di questo ministero nel 1984 ed il rappresentante nella "commissione della morte" formata da tre uomini nel 1988, incaricata di applicare la condanna a morte rilasciata da Khomeiny per massacrare 30.000 Moudjahidine ed altri prigionieri politic. Pour-Mohammadi fa parte dei principali responsabili degli "omicidi in serie" degli anni ‘90, nei quali decine di dissidenti, di autori e di intellettuali sono stati selvaggiamente assassinati. Le atrocità commesse da Pour-Mohammadi sono ovvi esempi di crimini contro l’umanità per i quali deve essere condotto dinanzi ad un tribunale internazionale.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
il 21 gennaio 2006

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,418FollowersFollow