sabato, Dicembre 10, 2022
HomeComunicati StampaDiritti UmaniIran: Appello per salvare la vita di due prigionieri politici curdi nel...

Iran: Appello per salvare la vita di due prigionieri politici curdi nel braccio della morte

Lion and SunCNRI – La Resistenza iraniana lamncia allarme sul pericolo d’esecuzione di due prigionieri politici, i signori Hossein Khezri e Habibollah Golpari-poveri, in carcere di Orumieh e Mahabad e chiede al Segretario generale delle Nazioni Unite, Alto Commissario per i Diritti Umani, il gruppo di lavoro Arresti arbitrari, relatore speciale sulle esecuzioni e la tortura e tutte le organizzazioni internazionali ad adottare azioni urgenti per annulare le condanne a morte dei prigionieri politici.

Hossein Khezri, 28 anni, è stato condannato a morte, accusato di ‘moharebeh’ (guerra contro Dio) nel corso di un processo durata solo pochi minuti nel 2008. A causa di gravi torture nelle carceri e  ‘le case sicure’ nelle città di Kermanshah e Orumieh, Hossein Khezri è stato colpito da varie malattie tra cui l’ indebolimento della vista, l’emorragia dei reni e infezioni ai polmoni, lasciandolo in una condizione di salute molto grave ma i suoi boie gli rifiutano la cura inferiore. Qualche tempo fa, il padre di Hossein Khezri morì d’infarto, incapace di  vedere soffrire sotto la tortura, suo figlio giovane.

Habibollah Golpari-Poor, 27 anni, è stato anche condannato a morte accusato di ‘moharebeh’ a fine 2009. La sua sentenza è stato ribadito dalla corte suprema dei mullah lo scorso settembre.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
2 Novembre  2010

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,487FollowersFollow