venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeSenza categoriaNuovo appello al Ministro degli Esteri Giulio Terzi per i profughi di...

Nuovo appello al Ministro degli Esteri Giulio Terzi per i profughi di Ashraf (Iraq)

Monday, December 26, 2011, di EveryOne Group

Roma/Ashraf, 25 dicembre 2011

Caro Ministro degli EsteriGiulio Terzi, il Gruppo EveryOne e i Giuristi Democratici desiderano esprimerLe i più sentiti ringraziamenti per la Sua pronta risposta all’appello urgente per i profughi del campo di Ashraf, in Iraq. La situazione per i 3.400 rifugiati che vivono nel campo, dopo innumerevoli episodi di persecuzione e due massacri da parte delle forze armate irachene, è ancora molto grave e richiede una risposta umanitaria da parte degli stati civili che si concreti in tempi brevi in un’azione internazionale coordinata, come evidenziato nelle Sue parole: “L’Italia è pronta a fare la sua parte a titolo nazionale e in connessione con la comunità internazionale, in quanto parte dell’Unione europea”.

Contemporaneamente alla Sua risposta, ci è pervenuta anche quella della Commissione europea, firmata – anche a nome del presidente Barroso – da Patricia Llombart Cussac, Capo unità per le relazioni con i paesi del Golfo, l’Iran, l’Iraq e lo Yemen. La Commissione condivide le Sue preoccupazioni, caro Ministro, e rimarca con chiarezza l’urgente necessità che sia attivata una cooperazione internazionale per organizzare un trasferimento umanitario dei rifugiati in Paesi sicuri dell’Unione europea.

Dopo aver letto la Sua lettera, caro Ministro, noi osiamo sperare che le Sue affermazioni traducano la disponibilità da parte del Ministero degli Esteri e del Governo ad accogliere sul suolo italiano il maggior numero possibile di profughi di Ashraf, offrendo un esempio di grande civiltà e umanità al resto d’Europa e consentendo al contingente di profughi accolto nel nostro Paese di sottrarsi a un destino che si profila drammatico.

In attesa di una Sua risposta e dell’avvio delle opportune procedure umanitarie di accoglienza, in concerto con la Commissione europea e l’Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite, le porgiamo i migliori saluti.

                    Per il Gruppo EveryOne, i co-presidenti
                    Roberto Malini, Matteo Pegoraro, Dario Picciau
                    Per i Giuristi Democratici, Fabio Marcelli

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,889FollowersFollow